Parigi in una settimana: cosa vedere. Il nostro itinerario.

Cosa vedere e fare in una settimana a Parigi


Avete in programma una settimana a Parigi? Anche se, potremmo passare mesi interi senza annoiarci mai. Siamo certi che in una settimana ve ne innamorerete, e deciderete di tornarci più volte come abbiamo fatto noi noi.


Una settimana a Parigi è sufficiente per visitare tutte le principali attrazioni e girovagare per i quartieri più affascinanti della città.
Questo articolo vi aiuterà ad organizzare un itinerario di una settimana a Parigi, attraverso i migliori siti e luoghi d'interesse della città.
L'unica cosa di cui dovrete preoccuparvi è prenotare i biglietti salta fila per le attrazioni dove consigliato.

 

Jardin du Luxembourg - Condividiamo il viaggio
Jardin du Luxembourg

 


Come utilizzare questo itinerario per una settimana a Parigi


Parigi, “in tempi normali”, è una città piena di turisti e i posti per il Louvre o la Torre Eiffel si esauriscono con settimane di anticipo e se non acquistate i biglietti in anticipo, potreste perdere molto tempo in coda alle biglietterie solo per scoprire alla fine che è tutto esaurito.
Da viaggiatori esperti, non teniamo quasi mai conto del primo giorno nel tempo totale che trascorriamo in un luogo.
A seconda del luogo da cui arriverete, sarete sicuramente più o meno stanchi dopo un lungo volo e dovreste prenderla con tranquillità, facendo al massimo un tour gastronomico.
Questo è un itinerario abbastanza ricco, ma strutturato in modo da ridurre al minimo gli spostamenti tra un'attrazione e l'altra.

 

Montmartre - Condividiamo il viaggio
Montmartre

 


Itinerario di una settimana a Parigi


Giorno 1: Torre Eiffel, Arco di Trionfo, Champs-Elysées e Giardino delle Tuileries


Ti consigliamo di iniziare alla grande. Andate alla Torre Eiffel per ammirarla in tutto il suo splendore da tutti i punti panoramici. Camminate verso l'Arco di Trionfo e gli Champs-Elysées per continuare fino a Place de la Concorde e ai Giardini delle Tuileries.
Se volete invece godervi la vista al tramonto della Torre Eiffel, vi basterà seguire questo itinerario al contrario.

Torre Eiffel

La Torre Eiffel è aperta tutti i giorni dalle 9:30 alle 23:45. La biglietteria chiude alle 22:30. Le scale sono aperte dalle 9:30 alle 17:30.
Non c'è altro modo per dirlo: se avete una settimana a Parigi, la Torre Eiffel è assolutamente da vedere. In effetti, dovrebbe essere l’attrazione da cui partire.
Costruita nel 1889 per l'Esposizione Universale, misura 324 metri e fino al 2004 era l'edificio più alto di Francia. Attualmente è il punto di osservazione artificiale più alto d'Europa, 276 metri.
Calcolate circa 2 ore per la visita , dall’arrivo al momento in cui lascerete la location.

 

Torre Eiffel - Condividiamo il viaggio
Torre Eiffel

 

Campo di Marte

Inaugurato per la prima volta nel 1780, il parco Champ de Mars si trova accanto all'École Militaire. È uno dei preferiti dai turisti per un picnic o semplicemente trascorrere del tempo con in famiglia.

Trocadéro

Se riuscite a svegliarvi presto al mattino, andate al Trocadero all'alba. Avrete il posto tutto per voi, per foto mozzafiato.

Arco di Trionfo

L'Arco di Trionfo è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 22:30 o alle 23:00, a seconda della stagione. È chiuso il 1 gennaio, il 1 maggio, l'8 maggio (mattina), il 14 luglio, l'11 novembre (mattina) e il 25 dicembre.

Se avete una settimana a Parigi, dovreste assolutamente passeggiare intorno all'Arco di Trionfo ma anche salire per ammirare il panorama. L'arco fu eretto per celebrare le vittorie belliche e come omaggio ai caduti durante la Rivoluzione francese e le guerre napoleoniche.

Champs Élysées

Dopo aver visto l'Arco di Trionfo, potete percorrere tutta la lunghezza degli Champs-Elysées fino a Place de la Concorde. Questo viale è fiancheggiato da boutique, negozi di lusso, ristoranti e caffè. È la sede del Lido, uno degli spettacoli di cabaret più famosi di Parigi.

 

Champs-Elysées - Condividiamo il viaggio
Champs-Elysées

 

Piazza della Concordia

Place de la Concorde è la piazza più grande di Parigi. Situata tra gli Champs-Elysées e il Giardino delle Tuileries, la piazza fu costruita nel 1772, quando fu chiamata Place Louis XV. Successivamente è stata ribattezzata Place de la Révolution. È qui che il re Luigi XVI e sua moglie, la regina Maria Antonietta , furono giustiziati durante la Rivoluzione francese. Fai attenzione a notare la fontana che risale al regno di Luigi Filippo e l'obelisco: è stato prelevato dall'ingresso del Tempio di Luxor in Egitto.

Giardino delle Tuileries

Il parco è aperto tutti i giorni dalle 7:00 o 7:30 alle 7:30, 21:00 o 23:00 a seconda della stagione.
Il bellissimo Giardino delle Tuileries si trova alla fine degli Champs-Elysées e subito dopo Place de la Concorde Disegnato da Vaux-le-Vicomte, la stessa persona che ha progettato i giardini di Versailles, è un parco meraviglioso. Se percorrete la loro lunghezza, arriverete all'Arco di Trionfo del Carrousel, proprio fuori dal Louvre.
Nell'angolo sud-ovest del giardino si trova il Musée de l'Orangerie, famoso per ospitare alcune delle opere più famose di Monet, vale davvero la pena visitarlo se vi piace il movimento impressionista.


Giorno 2: Musee d'Orsay, il Quartiere Latino e Ile de la Cité


Il terzo giorno dell'itinerario della settimana a Parigi riguarderà l'arte e i luoghi d'interesse. Dopo aver visitato il Musee d'Orsay, passeggiate per il Quartiere Latino e dirigetevi verso l'Ile de la Cité.

 

Quartiere Latino - Condividiamo il viaggio
Quartiere Latino

 


Museo d'Orsay

Il Musee d'Orsay è aperto dal martedì alla domenica dalle 9:30 alle 18:00. Il giovedì chiude alle 21:45.
Il Musee d'Orsay è una tappa obbligatoria oltre al Louvre, soprattutto se siete amanti dell'arte.
La sua collezione di arte impressionista comprende le opere di Monet , Manet, Renoir, Van Gogh e molti altri. Anche l'edificio è stupendo. Questa una volta era una stazione ferroviaria (Gare D'Orsay, costruita per l'Esposizione Universale).

Giardini del Lussemburgo

Con una settimana a Parigi, non potete perdere i Giardini del Lussemburgo. Questo grazioso parco fu edificato per volere di Maria de' Medici all'inizio del XVII secolo. Il palazzo attualmente ospita il Senato francese. Da non perdere le statue delle 20 regine francesi e la fontana dei Medici.

 

Jardin du Luxembourg - Condividiamo il viaggio
Jardin du Luxembourg

 

Il Panteon

Situato sulla Montagne Sainte-Geneviève, il Pantheon è il cimitero di personalità francesi come Rousseau, Voltaire, Marie Curie, Alexandre Dumas, Victor Hugo ed Émile Zola. Fu costruita tra il 1758 e il 1790 come chiesa, ma fu trasformata in mausoleo durante la Rivoluzione.
Il Pantheon è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 o alle 18:30 a seconda della stagione.

Notre Dame

Parzialmente distrutta da un incendio nell'aprile 2019, Notre-Dame rimane uno spettacolo incredibile, passare per ammirarla dall'esterno è una tappa obbligatoria.


Giorno 3: Visita al Louvre, Palais-Royal


Dato che avete una settimana a Parigi, dedicare un'intera giornata al Louvre è d’obbligo, il Louvre è il museo più grande del mondo e una volta finita la visita, fate un salto al Palais-Royal, per poi fare una passeggiata sulla Senna.

Louvre

Il Louvre è aperto tutti i giorni tranne il martedì, dalle 9:00 alle 18:00. Il Louvre è chiuso il 1 gennaio, il 1 maggio e il 25 dicembre.
Il Louvre è la più grande galleria d'arte del mondo. Un tempo fortezza, nel 1700 divenne pinacoteca. È sede di alcuni dei più bei dipinti e sculture del mondo. Tra i pezzi più notevoli: la Gioconda e la Vittoria alata di Da Vinci.
Il Louvre tende ad essere sempre piuttosto affollato, per questo vi consigliamo di acquistate i biglietti in anticipo.

 

Louvre - Condividiamo il viaggio
Louvre

 

Palazzo Reale

Questo è uno dei nostri posti preferiti a Parigi. Il palazzo era la dimora del cardinale Richelieu , che vi abitò fino alla sua morte nel 1642. Divenne poi proprietà di Filippo II duca d'Orléans, che tenne il trono quando Luigi XV divenne re all'età di 5 anni nel 1715. Attualmente è la sede del Consiglio Costituzionale e del Ministero della Cultura. La mostra delle colonne a strisce lo rende un posto super divertente per le foto.

 

Palais-Royal - Condividiamo il viaggio
Palais-Royal

 

Non c'è modo migliore per concludere una giornata di esplorazione che con una passeggiata lungo la Senna, al tramonto è il momento migliore.


Giorno 4: Versailles


Il modo più semplice ed economico per andare da Parigi a Versailles è con la RER C. Assicuratevi di prendere un biglietto di andata e ritorno dalla stazione di Parigi per evitare la fila al ritorno.
Versailles è il simbolo di tutti gli eccessi della monarchia francese. Un tempo era un casino di caccia che fu trasformato in un imponente castello per ordine di Luigi XIV, che decise di trasferirvi la sua corte.
Calcolate un'intera giornata per esplorare il palazzo, i giardini e il Trianon.
La visita guidata dura circa 2 ore, dopodiché sarete liberi di esplorare da soli.

Giorno 5: Les Marais e Centre Pompidou


Les Marais è l’ideale per girovagare dopo una visita al Centre Pompidou.


Le Marais

È una zona ricca di graziosi caffè, bar e brasserie, strade pittoresche, atelier di artisti , boutique, musei interessanti come il Museo di Storia francese. È un posto così piacevole che non dovreste saltarlo.

Centro Pompidou

Questo è uno degli edifici più intriganti della città, ospita il Museo Nazionale d'Arte Moderna, il più grande museo d'arte moderna d'Europa. Qui potrete ammirare le opere di artisti come Picasso, Matisse, Kandinsky. Dopo la visita concedetevi un giro nei dintorni. La piazza su cui affaccia è davvero incantevole.


Giorno 6: Montmartre


Se avete una settimana a Parigi dedicatevi un'intera giornata a girovagare per Montmartre, uno dei quartieri più affascinanti di Parigi.
Qui troverete il Moulin Rouge e il Sacro Cuore, basilica romano-bizantina, la cui costruzione iniziò nel 1875; e poi dedicatevi alla ricerca degli angoli nascosti più instagrammabili di Montmartre.
Montmartre assomiglia più a un grande villaggio che a una città vera e propria, fa effettivamente parte di Parigi, anche se nel 1871, durante la guerra franco-prussiana, i residenti locali rifiutarono l'autorità della città di Parigi.
Patria di artisti come Picasso, Van Gogh, Renoir e, più recentemente, la cantante Dalida, Montmartre è stato il set di molti film, uno su tutti Amelie, incredibilmente affascinante coi sui vicoli acciottolati, caffè pittoreschi, angoli con viste incredibili e la sua atmosfera unica, questo quartiere è forse il più bello di Parigi.

 

Montmartre - Condividiamo il viaggio
Montmartre

 


Giorno 7: Canali Saint Martin e Gallerie La Fayette


Canali Satin Martin

Una passeggiata romantica lungo il canale costeggiato da platani e un salto nella Parigi di inizio secolo
Il Canal Saint-Martin è un canale di Parigi lungo oltre 4 km, Il canale attraversa i quartieri orientali di Parigi, in particolare il X e XI arrondissement, e fu fatto costruire per volere di Napoleone ad inizio 1800.
Canale Saint-Martin comprende 9 chiuse meccanizzate e 2 ponti girevoli, è stato bonificato e restaurato tra il 1999 e il 2002, diventando così un luogo rilassante ed estremamente piacevole, ideale per trascorrere qualche ora all’aria aperta tra passeggiate e giri in bicicletta. E' inoltre possibile effettuare anche delle crociere del canale in battello.
Passeggiando lungo il canale, scoprirete una Parigi insolita e rétro e un'infinità di scorci suggestivi e poetici. Non a caso il Canale di Saint-Martin è stata la location di molti film famosi come "Il favoloso mondo di Amélie" di Jean-Pierre Jeunet del 2001 o "l'Hôtel du Nord" di Marcel Carné del 1938.

Galerie Lafayette e Le Printemps

Una volta finito di esplorare la zona dei Canali Saint Martin, è la volta delle Galerie Lafayette Hausmann.
Questo enorme grande magazzino è stato aperto nel 1912 e anche se non per fare shopping salite sulla terrazza per ammirare la Torre Eiffel al tramonto.

 

Vista dalla terrazza dei magazzini Printemps - Condividiamo il viaggio
Vista dalla terrazza dei magazzini Printemps

 


Dove dormire a Parigi


Assicuratevi di scegliere un posto in una buona posizione, da cui potete ridurre al minimo l'uso dei trasporti pubblici.


Vi consigliamo La Maison Favart - Prenota subito (inserisci il codice "favartbliss" per ottenere la colazione gratis)

Questo hotel è una deliziosa bomboniera nel cuore di Parigi, intriso di storia, porta il nome della celebre coppia FAVART, che contrassegnò la nascita dell’ “Opéra comique” a Parigi.
Uno stile settecentesco rivisitato, una location raffinata ed elegante ; in cui i ricordi di viaggio costellano il raffinato arredamento dell'hotel.
Un vero invito al relax è la spa al piano terra, con la sua nuvola di specchi, saprà farvi riprendere dalla frenesia della vita parigina; da soli o in due, per un momento di evasione in una dolce e calda nube di vapore.

 

 

 

Oppure il 25 hours hotel terminus nord è l'ideale soprattutto se arrivate in treno, prenota subito

L'hotel in pieno centro a Parigi, è un tripudio di colori e design ispirati all'Africa e all'Asia.Un luogo non solo di passaggio ma da vivere, soprattutto negli spazi comuni, dal bar al ristorante, fino alla reception, ogni spazio ha il suo carattere dal design unico.

Tutte le camere sono dotate di balcone con vista sul Sacré-Coeur di Montmartre, concedetevi un caffè e prendetevi del tempo per poter osservare il piacevole caos di questo quartiere parigino e la magnifica stazione Gare du Nord.
L’ambiente confortevole, caldo ed accogliente vi conquisterà e non vorrete più andar via. 

 

 

 

Copyright © 2022. Tutti i diritti riservati.